Giovani obesi a rischio

Giovani obesi a rischioSecondo i ricercatori della Yale University e dell’ospedale pediatrico di Cincinnati l’ombra del rischio cardiovascolare si allunga sugli anni verdi; ragazzi e adolescenti troppo grassi sono spesso affetti dalla cosiddetta “sindrome metabolica”, un complesso di disturbi forieri di malattie cardiovascolari e diabete. Per studiare gli effetti dei diversi gradi di obesità infantile…

Sindrome metabolica, flogosi e rischio di declino cognitivo

Sindrome metabolica, flogosi e rischio di declino cognitivo(JAMA 2004; 292: 2237-2242, K. Yaffe)Nella sindrome metabolica si associano fattori diversi, quali obesità addominale, ipertrigliceridemia, livelli alterati di colesterolo LDL, ipertensione arteriosa e iperglicemia (definizione basata sulle linee guida del National Cholesterol Education Program). È stato dimostrato il legame tra sindrome metabolica e rischio cardiovascolare. I fattori…

Stile di vita, dopo chirurgia bariatrica

Stile di vita, diabete e fattori di rischio cardiovascolari dopo chirurgia bariatrica(NEJM 351: 2730-2739, L. Sjöström et al. – 23 dicembre 2004)http:content.nejm.orgcgicontentabstract351262683La chirurgia bariatrica che comprende più tecniche (bypass gastrico, cerchiaggio gastrico, gastroplastica …) viene sempre più impiegata per ridurre le complicazioni legate all’obesità patologica. Questo articolo riporta i risultati di un follow-up di almeno…

Aminoacidi e carboidrati

Aminoacidi e carboidrati riducono perdita di massa muscolare dovuta all’immobilità La somministrazione di aminoacidi essenziali e carboidrati (EAAC) mantiene la capacità di sintesi proteica del muscolo e riduce la perdita di massa muscolare magra in pazienti immobilizzati o confinati a letto; la massa muscolare conservata non risulta comunque sufficiente a preservare la forza muscolare. La…

Aminoacidi e carboidrati

Scienza dell’alimentazioneAminoacidi e carboidrati riducono perdita di massa muscolare dovuta all’immobilità La somministrazione di aminoacidi essenziali e carboidrati (EAAC) mantiene la capacità di sintesi proteica del muscolo e riduce la perdita di massa muscolare magra in pazienti immobilizzati o confinati a letto; la massa muscolare conservata non risulta comunque sufficiente a preservare la forza muscolare.…

Rinnovo Consiglio Direttivo 2005 – 2007

Presidente: Dr.Roberto Ostuzzi (24.09.49)Laurea in Medicina e Chirurgia Specializzazioni: Scienza dell’alimentazioneDiabetologia e malattie del ricambioConsiglieri: Candidati per scuola Specialità di MilanoDr. Paolo Genoni (11.04.1958)Laurea in Medicina e ChirurgiaSpecializzazioni:Scienza dell’alimentazioneTisiologia e malattie dell’apparato respiratorioDr. Lanfranco Roviglio(10.02.49)Laurea in Medicina e Chirurgia Specializzazione : Scienza dell’alimentazioneDr.ssa Giuliana Quaglia (09.04.56)Laurea Medicina e Chirurgia Specializzazioni: Scienza dell’alimentazioneMedicina internaDr.Gabriele Bellomo (30.07.55)Laurea…

La Dieta Mediterranea

La dieta mediterranea continua a mietere riconoscimenti da parte della comunità scientifica: due recenti articoli apparsi sul Journal of the American Medical Association ne tessono le lodi, sottolineando come essa riduca la mortalità negli anziani e diminuisca la prevalenza di sindrome metabolica e altri fattori di rischio cardiovascolare.Lo studioLa prima ricerca (JAMA 2004; 292:1433-1439) è…

Iperomocisteina e cervello

Un livello elevato di omocisteina nel sangue sembra associato ad alterazioni del tessuto cerebrale profondo in uomini di mezza età: lo sostiene un lavoro appena uscito sugli Archives of Neurology (Arch. Neurol. 2004; 61:1369-1376).Lo studioLa ricerca, coordinata dal dottor Perminder Sachdev dell’Università del Nuovo Galles del Sud di Sidney, in Australia, ha coinvolto 196 uomini…