Diagnosi certa delle allergie alimentari!?

L’universo degli alimenti che dopo l’ingestione possono provocare reazione avverse è ancora tutto da scoprire e per giunta le manifestazioni d’allergia eo le intolleranze sono in aumento. Per fortuna, le nuove tecniche diagnostiche sembrano molto promettenti. Così risulta dai dati del più ampio studio multicentrico condotto in Europa sul tema (EU Integrated Project EuroPrevall). I…

Epatopatia e diabete: associazione morbosa

E’ stato già dimostrato che un comune cammino metabolico aberrante favorisce la progressione degenerativa della steatosi nei soggetti con epatite e diabete. In altri termini, dato che i pazienti diabetici sono noti per essere maggiormente esposti al rischio d’insorgenza di epatopatie gravi e, secondo i ricercatori dell’università di Bologna che hanno pubblicato una revisione sul…

Dieta, lipidi e rischio tumorale

E’ stata pubblicata l’ennesima revisione della letteratura che riguarda il tema centrale: “nutrizione e rischio cancro” in particolare per ciò che concerne i tumori ormonosensibili e il contenuto lipidico della dieta. Ricca di frutta, cereali e ortaggi, olio di oliva e carni di pesce, a loro volta ricche di acidi grassi omega – 3, la…

Poverissimi, malnutriti e pure ipoevoluti

Lancet apre l’anno nuovo con una rivelazione davvero scioccante! Sarebbero attualmente oltre 200 milioni i bambini di età inferiore ai 5 anni che a causa dell’indigenza e della malnutrizione, non sono in grado di raggiungere le potenzialità cognitive coerenti con età e sesso. Questo è quanto risulta da uno studio condotto dai ricercatori dell’International Child…

L’organo adiposo

Il tessuto adiposo bianco (White Adipose Tissue – WAT) è stato riconosciuto come un vero e proprio organo neuroendocrino biologicamente e metabolicamente attivo localizzati in diverse zone corporee. I suoi adipociti, infatti, sono in grado di produrre numerosi peptidi (adipokine) che sviluppano effetti a distanza di tipo ormonale, influenzando i parametri strutturali e funzionali di…

Diabete: obesità fattore di rischio maggiore dell’inattività nelle donne

Benchè sia l’obesità che la mancanza di attività fisica contribuiscano al rischio di diabete di tipo 2 nelle donne, l’obesità sembra essere il fattore più importante. Finora, il contributo relativo dell’adiposità e dell’inattività fisica al rischio di sviluppare diabete di tipo 2 era rimasto oggetto di controversie. In base al presente studio, benchè entrambe le…

Novara e la celiachia

I nuovi casi diagnosticati ogni anno di celiachia sono in aumento, tanto che oggi questa malattia viene considerata una delle condizioni permanenti più frequenti in assoluto (la prevalenza in Italia è di 1:100-150 e nel 17% dei casi la malattia riguarda più componenti della stessa famiglia). L’unica via di scampo, per i celiaci, è rispettare…

Londra, niente mutua per fumatori e obesi

La nuova politica dell’amministrazione Blair vuole negare alcune cure a chi conduce uno stile di vita “dannoso”. Repubblica affronta il dibattito che infiamma il sistema sanitario britannico.Già a gennaio il governo aveva annunciato l’intenzione di negare alcune cure ai cittadini obesi o fumatori. Ieri il ministro della Salute, Patricia Hewitt, ha chiarito il nuovo indirizzo…