Predictors of dropout and remission in family therapy

Quali fattori possono essere considerati predittori d’esito di una terapia familiare nel trattamento dell’AN in adolescenza? Quali elementi portano al dropout e quali ad una remissione sintomatica?L’articolo di Lock et al. racconta di uno studio effettuato su 86 adolescenti per dare risposta a tale quesiti, individuando e analizzando principalmente 4 fattori cruciali:1. comorbilità con un…

L’incidenza nel tempo dei Disturbi Alimentari: indagine sulle cure di primo livello in Olanda

Obiettivo: Questo è uno studio epidemiologico in Olanda basato sui dati raccolti da terapie di primo livello. L’obiettivo è esaminare i cambiamenti nell’incidenza dei disturbi alimentari tra gli Anni ’90 e gli Anni ’80.Metodo: Un elevato numero di MMG, a servizio di un campione rappresentativo della popolazione totale in Olanda, ha diagnosticato pazienti con AN…

Università di Copenaghen: «Le vitamine in pillole accorciano la vita»

Secondo uno studio dell’Università di Copenaghen le vitamine in pillole rischiano di accorciare la vita, anziché allungarla. Repubblica riporta i risultati della ricerca pubblicati sull´ultimo numero del Journal of the American Medical Association.Infatti, rileva lo studio danese, a differenza delle sostanze che si trovano nella frutta e verdura, i nutrienti prodotti in laboratorio potrebbero porre…

Poche proteine, poche calorie e …

Come da più lavori suggerito il rischio d’insorgenza di alcune patologie degenerative come il cancro appare diminuito nei soggetti che osservano una dieta a bassa densità calorica, a basso contenuto di proteine e che sono anche fisicamente molto attivi. Per contro lo stesso rischio aumenta negli obesi con scarsa massa muscolare metabolicamente attiva e che…

Nell’attesa meglio il pesce

I benefici degli alimenti ittici nella nutrizione umana sono indiscutibili, e anche di recente si è confermato che sono superiori ai potenziali rischi da contaminanti, quale il mercurio, legati a consumi elevati o di predatori quali tonno e spada. A livello prudenziale, in una situazione come la gravidanza è stato comunque suggerito di rimanere entro…

Latte nel tè? No grazie!

Secondo un gruppo di ricercatori tedeschi è meglio non imitare l’abitudine degli inglesi che spesso aggiungono un po’ di latte all’amatissimo tè. Questa aggiunta sembra vanificare gli effetti protettivi della catechine. Partendo dal presupposto che il tè nero per il suo alto contenuto in flavonoidi, in particolare di catechine, avrebbe un effetto benefico sull’endotelio vascolare,…

La pubblicità lecita è più efficace

Più di tre consumatori su cinque hanno memorizzato il principio dei “5 colori del benessere”, il messaggio chiave della campagna di informazione di UNAPROA per promuovere il consumo di frutta e verdura. In pratica il consumatore veniva invitato a consumare frutta e verdura suddividendola in almeno 5 porzioni quotidiane che venivano diversificate secondo colori diversi…

A rischio anche per il rene

In Italia ci sono 15 milioni di ipertesi, 5 milioni di diabetici e 10 milioni di obesi. Tutte queste persone sono a forte rischio di nefropatie, cioè malattie che colpiscono i reni. Il 10% di questi 30 milioni di italiani è malato senza saperlo, perchè i reni sono un organo asintomatico, dunque ci si accorge…

La dimensione europea dell’obesità

L’allarme obesità è da tempo all’attenzione delle Istituzioni europee e presto anche il Parlamento europeo contribuirà fattivamente alla lotta contro questa patologia che per la sua diffusione universale è già stata definita come l’epidemia del terzo millennio. La Commissione europea e il Parlamento promuoveranno in febbraio un dibattito dal titolo: “Promuovere le diete sane e…