Più magri, ma buoni lo stesso

Le nuove esigenze nutrizionali degli italiani si rispecchiano nelle nuove produzioni industriali, oggi decisamente salutistiche. Basta pensare ai salumi che da qualche anno sono oggettivamente ‘dimagriti’. Negli ultimi venti anni molti prodotti alimentari hanno subito trasformazioni innovative, soprattutto una riduzione del contenuto dei grassi a favore della salute del consumatore. Per esempio, se 100 grammi…

A rischio anche per il rene

In Italia ci sono 15 milioni di ipertesi, 5 milioni di diabetici e 10 milioni di obesi. Tutte queste persone sono a forte rischio di nefropatie, cioè malattie che colpiscono i reni. Il 10% di questi 30 milioni di italiani è malato senza saperlo, perchè i reni sono un organo asintomatico, dunque ci si accorge…

La dimensione europea dell’obesità

L’allarme obesità è da tempo all’attenzione delle Istituzioni europee e presto anche il Parlamento europeo contribuirà fattivamente alla lotta contro questa patologia che per la sua diffusione universale è già stata definita come l’epidemia del terzo millennio. La Commissione europea e il Parlamento promuoveranno in febbraio un dibattito dal titolo: “Promuovere le diete sane e…

La regolazione gastroenterica del food intake

Si prospettano delle novità promettenti nel trattamento dell’obesità partendo dal chiarimento dei percorsi chimico-biologici che intercorrono sull’asse cervello-intestino. In sintesi: il cervello riceve segnali neuronali, ormonali e metabolici in relazione allo stato energetico dell’organismo e, in risposta a questi segnali, mette in atto processi di adattamento, coordinando l’assunzione di cibo sulla base del dispendio energetico.…

Il PPY e l’omeostasi glicemica

L’ormone peptidico d’origine intestinale noto con il nome PPY e comunemente conosciuto per le sua attività d’inibitore del food intake. Ma potrebbe avere un effetto regolatore anche sull’omeostasi glicemica. Questo è quanto si evince dall’analisi che un gruppo di ricercatori australiani ha condotto considerando i lavori sperimentali pubblicati nelle ultime decadi. La rassegna cerca di…

Della leptina e della grelina

La leptina e la grelina potrebbero costituire nuovi target farmacologici di successo per il trattamento dell’obesità. Prima la leptina e, in tempi più recenti la grelina, sono stati definiti come neuro-ormoni partecipanti ai meccanismi di regolazione del bilancio energetico, dell’assunzione di cibo e del peso corporeo.Le loro attività risultano per certi versi contrastanti, essendo la…

Grelina e PPY nella Prader-Willi

Se la grelina e il PPY sono coinvolti nella regolazione del food intake in soggetti normali, quali potrebbero essere le correlazioni tra questi due ormoni peptidici in soggetti adulti con la sindrome di Prader-Willi (WPS)? Sono stati studiati 7 pazienti affetti da PWS, 16 soggetti obesi comparabili per sesso ed età e 42 soggetti magri.…

Ancora patatine ingannevoli!

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha dichiarato ingannevole il messaggio pubblicitario presente sulle confezioni e sul sito Internet del prodotto Patasnella, multando la Pizzoli S.p.A. per 36.100 euro. L’Osservatorio sulla Pubblicità Ingannevole del Movimento Consumatori ha segnalato la presunta ingannevolezza del messaggio “70% di grassi in meno”, affermazione che induce il consumatore a…