La nutrizione artificiale è una terapia

La Società italiana di Nutrizione artificiale e Metabolismo ha dichiarato, per la prima volta al mondo, che la nutrizione artificiale è a tutti gli effetti una terapia. Ne parla in un editoriale Salute del Corriere della Sera. In quanto terapia la nutrizione artificiale ha «indicazioni, controindicazioni ed eventi indesiderati e che pertanto ricade nell’ambito decisionale…

I valori del PSA devono essere rivisti nel paziente obeso

L’obesità potrebbe distorcere i risultati del test per il tumore della prostata. E’ quanto emerge da uno studio, pubblicato su Jama, che ha coinvolto oltre 14000 pazienti. I pazienti obesi, infatti, spiegano i ricercatori, hanno più sangue, sicché la concentrazione dell’antigene, marker della malattia oncologica, potrebbe risultare inferiore. Si spiegherebbe così, perché i soggetti obesi…

Anoressia, tracce nel cervello

Lo dimostra uno studio dell’Universita’ di Pittsburgh Il cervello delle donne colpite dall’anoressia si comporta seguendo modelli diversi rispetto a quelli presenti nelle donne sane.Lo dimostra per la prima volta, immagini alla mano, uno studio statunitense condotto nell’universita’ di Pittsburgh e pubblicato sulla rivista American Journal of Psychiatry.Le alterazioni riguardano soprattutto le aree del cervello…

Premio UE a Margherita Caroli di Brindisi per la lotta all’obesità

L’educazione nutrizionale precoce verso consumi alimentari più salutari è sicuramente vincente. Lo confermano i risultati preliminari di un ampio progetto educazionale italiano, che ha coinvolto oltre 900 bambini appartenenti a due scuole elementari selezionate in due diverse città pugliesi. In particolare, 351 bambini frequentavano la scuola di Brindisi, dove era già stato effettuato un intervento…

Ovaio policistico, ferro e insulinoresistenza

L’incremento dei depositi di ferro nelle donne con sindrome dell’ovaio policistico deriva dall’insulinoresistenza e dall’iperinsulinismo, e non dalla riduzione delle perdite mestruali. Questo fenomeno non necessita di un trattamento specifico, ma i depositi possono ugualmente essere diminuiti tramite una terapia farmacologica. Dato che elevati livelli di ferritina predispongono queste pazienti alla riduzione della tolleranza al…

Livelli massimi di OGM negli alimenti biologici

E’ deciso! I prodotti biologici non devono avere la minima traccia di Organismi Geneticamente Modificati. Al massimo 0,1%, e solo accidentalmente. Il Parlamento Europeo (PE) invia richiesta definitiva e perentoria al Consiglio che propone una serie di modifiche al regolamento relativo alla produzione e all’etichettatura dei prodotti biologici. Secondo le richieste del Parlamento, la presenza…

Pesticidi nella frutta

È la frutta la regina dei fitofarmaci, più ‘inquinata’ rispetto alle verdure. Solo la metà dei campioni di frutta (54%) è infatti esente da residui di pesticidi, mentre i campioni decisamente irregolari si attestano sull’1,7%. Sono questi alcuni dei dati allarmanti di ‘Pesticidi nel piatto 2007’, l’annuale dossier di Legambiente sulla presenza di residui chimici…